Chiesa di San Antonio de los Alemanes

La chiesa fu voluta da Filippo III all’inizio del XVII secolo. Si tratta di una chiesa unica a Madrid, per la sua pianta ellissoidale e per essere stata completamente decorata con affreschi.

All’inizio del XVII secolo, Filippo III offrì la chiesa e l’ospedale contiguo a malati e pellegrini portoghesi che passavano per Madrid. Questa la ragione per cui, inizialmente, si chiamava San Antonio de los Portugueses. Quando la corona spagnola perse il Portogallo nel 1640, il tempio non accolse più sudditi portoghesi e rimase vuoto fino a quando, nel 1689, Marianna d’Asburgo lo cedette ai cattolici tedeschi che accompagnavano la sposa di Carlo II a Madrid. Da questo momento la chiesa venne da tutti conosciuta come San Antonio de los Alemanes.

Dedicata già dall’inizio a Sant’Antonio di Padova, la chiesa fu edificata a partire dal 1624 e nella sua costruzione intervennero svariati maestri del periodo come Pedro Sánchez, Francisco Seseña e Juan Gómez de Mora. La decorazione interna procedette in diverse tappe e ad essa parteciparono una serie di famosi pittori dell’epoca, come Francisco Ricci - cui si commissionò la composizione architettonica che decora la cupola (un chiaro esempio di trompe-l’oeil) - Francisco Carreño de Miranda, che dipinse Sant’Antonio che ascende al cielo verso la Vergine, o Luca Giordano, incaricato di ridipingere le colonne degli affreschi.

Geolocation
iglesia_de_san_antonio_de_los_alemanes.jpg
iglesia_de_san_antonio_de_los_alemanes_1.jpg
Servicios: 

Servizio visite guidate

Share on

Dati di interesse

Indirizzo

Calle
de la Puebla , 22
28004
Zona turistica: 
Malasaña
Orari Di Apertura: 

Lun-sab 10:30 - 14:00

Tipo información turística: 
Telefono: 
(+34) 91 522 37 74
Fax: 
(+34) 91 523 27 99
Metro: 
Callao (L3, L5)
Chueca (L5)
Gran Vía (L1, L5)
Servizio extraurbano (Cercanías): 
Madrid-Sol
Bus: 
1, 2, 3, 44, 46, 74, 75, 133, 146, 147, 148, M2
Tariffe: 

Ingresso: 2 euro