La Madrid più classica

  • El Madrid más clásico
    el_madrid_mas_clasico.jpg

Per scoprire la Madrid più caratteristica, il miglior punto di partenza è la vivace Puerta del Sol, il luogo ideale per farsi una foto con l’Oso e il Madroño (Statua dell'Orso e del Corbezzolo), il km 0 della rete stradale spagnola, la Mariblanca, la Casa de Correos e la mitica insegna di Tío Pepe. Dopo aver visitato la Plaza Mayor e i suoi quattro secoli di storia, giungiamo alla Plaza de la Villa, centro della Madrid medievale, che conserva alcuni degli edifici più antichi della città: la casa e la torre dei Lujanes, la casa-palazzo Cisneros e la Casa de la Villa.

Nelle immediate vicinanze troviamo la Cattedrale dell’Almudena, in cui spiccano la cripta –in stile neoromanico– e la cupola, dalla quale si gode una vista mozzafiato sulla città, oltre ai resti delle Mura di cinta arabe. Dopo aver visitato le sale del Palazzo Reale, arriva il momento di perdersi nei giardini di Sabatini e in quelli del Campo del Moro, un ampio giardino in stile inglese ai piedi del palazzo.

Parchi e giardini

Madrid è piena di spazi verdi. Tra le tappe obbligate figura il Parco del Retiro, un parco storico in pieno centro che offre tranquillità e un’interessante offerta culturale in cui spiccano il Palazzo di Vetro, il Palazzo di Velázquez, lo Stagno, il Monumento ad Alfonso XII e la scultura dell’Angelo Caduto. Nelle vicinanze si trovano due dei simboli principali della città: la Puerta de Alcalá e la Fontana di Cibeles.

Meritano una visita anche il parco Juan Carlos I (accanto al Campo de las Naciones), con un lago in cui è possibile praticare varie discipline sportive e un servizio di noleggio di biciclette gratuito, il parco del Cerro del Tío Pío (Vallecas), che ci offre una spettacolare vista panoramica di Madrid dalle sue sette colline,  e i giardini del Palazzo del Príncipe de Anglona (quartiere La Latina), una vera e propria oasi di pace nascosta.

Infine, tre parchi che gli stessi madrileni stanno scoprendo in questi ultimi anni: il parco del Capricho, che nasconde labirinti, fontane, un tempietto e perfino il bunker che ospitava il quartier generale dell'Esercito Repubblicano del Centro durante la Guerra Civile, il parco Quintas de los Molinos e il parco di Torre Arias, che si distinguono per la loro varietà botanica e le grandi estensioni di zone boschive.

Con molta arte

I luoghi di interesse che tutti gli appassionati d’arte non possono perdersi sono le tre grandi pinacoteche, in cui effettuare un viaggio attraverso l’arte pittorica dal Medioevo fino ai giorni nostri. Il Museo del Prado ospita le grandi opere di Goya, El Greco, Velázquez, Tiziano, Rubens e Bosch. Il Reina Sofía, che ospita il famoso Guernica di Pablo Picasso e il Museo Nazionale Thyssen-Bornemisza completano l’offerta con una ricca collezione che va dal Trecento fino ai più innovativi movimenti d'avanguardia.

Per coloro che intendono visitare i musei, l’Abbonamento del Paseo del Arte offre degli sconti interessanti.

Poco distante, nel Barrio de las Letras (Quartiere Letterario), troviamo la Casa Museo Lope de Vega, nei pressi della tomba di Cervantes, sepolto nel Convento de las Trinitarias. Per farsi una foto con le statue di Don Chisciotte e Sancio Panza bisogna camminare fino a Plaza de España. Da lì è facile arrivare al tempio egizio di Debod, dai cui giardini si possono ammirare splendidi tramonti.

Passeggiare, mangiare e fare shopping

Un'altra delle attività imperdibili è percorrere le sue strade, provare le tapas e fare shopping. Visitare di domenica il Rastro, il mercato più autentico, e prendere l'aperitivo in alcune delle sue taverne più tradizionali, è qualcosa di memorabile. Senza dimenticarsi gli antichi mercati alimentari come quelli di Antón Martín, San Antón e San Miguel, molto modernizzati, oppure quelli di Chamberí, Maravillas, La Paz e Ventas, un po’ più distanti dal centro.

Per quanto riguarda lo shopping, le zone di Chueca-Malasaña-Fuencarral, Sol-Preciados-Carmen, Mayor-Arenal, Gran Vía e il quartiere di Salamanca costituiscono un enorme centro commerciale all'aperto, aperto tutti i giorni della settimana con negozi multimarca e di design.

Calcio e flamenco

A Madrid si vive il calcio come in poche altre città europee. Se anche tu sei un appassionato, devi assolutamente visitare il Santiago Bernabéu (stadio del Real Madrid), il nuovissimo Wanda Metropolitano (campo del suo acerrimo rivale, l’Atlético de Madrid) e il Campo de Fútbol de Vallecas (stadio del Rayo Vallecano, la terza squadra della città).

Se sei un amante della tradizione, devi sapere che Madrid è considerata la capitale mondiale  del flamenco. Per goderti questa arte puoi visitare uno dei tablao di flamenco più storici della città.

Scopri anche la Madrid più alternativa!

 

MADRID DA NON PERDERE

I dieci luoghi che non puoi perderti durante la tua prima visita!

Consulta e scarica le informazioni turistiche indispensabili per spostarti a Madrid.

  • L’offerta turistica di Madrid comprende proposte per tutti i gusti: economiche, di lusso, in famiglia, LGTB, alternative e classiche. Scegli la tua!

    Scegli la tua Madrid
  • Puesta de sol desde la azotea del Círculo de Bellas Artes. © César Lucas para Madrid Destino
Pubblicità

PRODOTTI UFFICIALI

Sali sul belvedere a 92 metri e goditi una delle migliori viste sulla città.

Sali a bordo e scopri la città in formato panoramico.

Scarica la App dei capolavori del Prado, del Thyssen e del Reina Sofía.