Cordova

  • cor1.jpg
  • Cosa vedere
  • Storia
  • Tradizione e gastronomia
  • Come arrivare

Cordova dispone di numerosi gioielli architettonici, lasciati dalle varie civiltà che si sono succedute nella Penisola Iberica. Di seguito riportiamo solamente una piccola selezione del suo importante patrimonio artistico.

Moschea Cattedrale di Cordova

È il monumento che meglio rappresenta l’epoca musulmana in occidente. La sua costruzione ebbe inizio nel 785 d.C. sulla pianta di un’antica chiesa dedicata a San Vicente, ampliata durante le varie fasi dell’Al-Andalus e, successivamente, dai cristiani dopo la Riconquista. La Moschea presenta un bosco di colonne e di archi, in cui spicca Mihrab con scritture del Corano in oro accompagnate da splendidi mosaici. Altri elementi di rilievo sono il soffitto a cassettoni, i fusti di differenti tonalità e i basamenti ornamentali.

Sinagoga di Cordova

Questo tempio si iniziò a costruire nel 1315. Nella parte superiore si trova la galleria delle donne. La sala di preghiera ha tre balconi decorati con archetti polilobati e nella sua parte orientale si apre un tabernacolo dedicato alla Torà.

Medina Azahara

Abb al-Rahman ordinò di costruire questo edificio per rappresentare la grandiosità del Califfato di Cordova e ospitare la sede del suo governo. Anche se attualmente rimangono solamente i resti della costruzione, è possibile ammirare quelli che un tempo erano il Salón Rico, il grande porticato, la Casa di Yafar e la moschea, tra le varie stanze. Si trova nella periferia della città di Cordova.

Alcázar dei Re Cristiani

Questo edificio militare fu fatto costruire su richiesta di Alfonso XI nel 1328. Successivamente fu utilizzato come residenza dei Re Cattolici durante otto anni. Lo stile mudéjar si nota nei patios e nei giardini della fortificazione difesa da quattro torri –Paloma, Homenaje, Leones e Inquisición– che formano una struttura quasi quadrata. Spicca la sala principale, denominata Sala dei Mosaici, dove si possono ammirare dei magnifici mosaici e anche un antico sarcofago del III secolo.

Ponte Romano

Costruito come principale via di comunicazione con il resto della Penisola, attraversa il Guadalquivir e collega il Campo de la Verdad con il Barrio della Cattedrale. Denominato anche Ponte Vecchio, ha una lunghezza di 331 metri ed è composto da 16 archi.

MADRID DA NON PERDERE

I dieci luoghi che non puoi perderti durante la tua prima visita!

Consulta e scarica le informazioni turistiche indispensabili per spostarti a Madrid.

Pubblicità

PRODOTTI UFFICIALI

Sali sul belvedere a 92 metri e goditi una delle migliori viste sulla città.

Sali a bordo e scopri la città in formato panoramico.

Entra in più di 50 musei e usufruisci di numerosi sconti.

Pubblicità