Barrio de Las Letras (Quartiere Letterario): arte e mestieri tradizionali

  • terrazajazzbarbarrioletrascallemoratin_1401876588.927.jpg

Questo è un viaggio nel passato attraverso la storia della letteratura spagnola, mentre si compie un percorso del buon tapeo, nei suoi caffè, taverne e ristoranti e si può godere della diversità del piccolo commercio. Qui, l’avanguardia artistica e creativa convive con i mestieri di un tempo, come quello del luthier o del calzolaio.

Il Barrio de Las Letras (Quartiere Letterario), noto anche come Quartiere delle Muse o di Parnaso (in omaggio a un poema di Cervantes, Viaje al Parnaso), è ispirato alla letteratura. In alcune delle vie della zona (Atocha, San Sebastián, calles del Prado, Cervantes, Lope de Vega, Huertas, plazas del Ángel, de Las Cortes, de Jesús...) vissero, scrissero e morirono alcuni dei più importanti scrittori del Secolo d’Oro spagnolo: Lope de Vega, Quevedo, Góngora, Cervantes...

Un armadio bohémien

Piccoli negozi affascinanti dedicati alla moda e ai complementi caratterizzano una zona in cui le calzature dal design esclusivo di Franjul si alternano a quelle pensate esclusivamente per ‘taconear’ di Don Flamenco.

Le enoteche presentano un’importante presenza in questo quartiere –El sueño de Baco, González, La Venencia–, in cui è possibile trovare anche negozi multi-prodotto che vendono dall’abbigliamento ai fiori –Ad.hoc– o che vengono utilizzati come spazio espositivo per la fotografia e le arti plastiche. In questa zona di Madrid i negozi riservano delle vere e proprie sorprese, come nel caso di Lomography Shop, un altro locale che potrà soddisfare coloro che hanno uno spirito creativo.

Artigianato e arte

Ci sono negozi che mantengono e conservano i mestieri e le professioni di un tempo, come il luthier, l’argentiere o il calzolaio; interessanti librerie nelle quali trovare esemplari da collezionismo o esercizi, come Varela –calle Prado 9–, punto di riferimento per i viaggiatori che, dal 1949 si dedica alla vendita e alla riparazione di valige.

Passeggiare tra i versi

Se si guarda per terra, il pavimento può sorprenderci con iscrizioni e piccole citazioni delle opere di grandi scrittori. Nella calle Huertas e nella Plaza de Santa Ana, caffè, taverne e ristoranti offrono il meglio della gastronomia tradizionale spagnola e invitano a una delle pratiche più antiche della nostra cultura: il tapeo. Con il bel tempo, la piazza si riempie di terrazze all’aperto durante tutto il giorno.

Fiera ‘Decoraccion’

Prodotto dell’iniziativa dell’associazione dei commercianti del quartiere, dal 2010 si svolge durante il mese di settembre la fiera ‘Decoraccion’, quattro giornate in cui arredatori e antiquari organizzano un mercatino di strada e varie gallerie d’arte dedicate al design di interni e all’arredamento in generale. Una proposta accattivante per cercare un oggetto singolare.

MADRID DA NON PERDERE

I dieci luoghi che non puoi perderti durante la tua prima visita!

Consulta e scarica le informazioni turistiche indispensabili per spostarti a Madrid.

Pubblicità

PRODOTTI UFFICIALI

Sali sul belvedere a 92 metri e goditi una delle migliori viste sulla città.

Sali a bordo e scopri la città in formato panoramico.

Entra in più di 50 musei e usufruisci di numerosi sconti.